27
MAR
2021

LGBT+ - DUE SEMINARI • 27 Marzo 2021 • Piattaforma ZOOM


SCARICA QUI LA BROCHURE CON LA SCHEDA D’ISCRIZIONE

Accademia di Psicoterapia della Famiglia Presenta

LGBT+
2 Seminari

27 Marzo 2021 - Piattaforma ZOOM

9.30 / 13.30

Roberto Baiocco*
IL BENESSERE DELLE PERSONE APPARTENENTI 
A MINORANZE SESSUALI: ASPETTI CLINICI E DI RICERCA

L’obiettivo del seminario è fornire uno spazio di approfondimento clinico e di ricerca sul tema del benessere delle persone LGBT+. Saranno forniti gli strumenti di base per riconoscere e affrontare senza pregiudizi i molti temi che possono riguardare la vita delle persone LGBT+ e delle loro famiglie. La discussione teorica sarà accompagnata da vignette cliniche esemplificative delle esperienze maturate presso il Servizio Clinico e di Ricerca “6 come sei” attivo presso la Facoltà di Medicina e Psicologia della Sapienza Università di Roma.


*PhD, Professore Associato, Insegna “Psicologia della genitorialità e delle relazioni familiari” e “Psicologia dello sviluppo per l’inclusione”, Terapeuta familiare ed esperto in Valutazione Psicologica, Dirige il Servizio Clinico e di ricerca “6 come sei” presso la Facoltà di Medicina e Psicologia, Sapienza Università di Roma


14.30 / 18.30

Alessandra Santona*
L’OMOGENITORIALITÀ: TRA POSSIBILI
PROBLEMATICHE E REALI RISORSE

Sono sempre di più le persone omosessuali che decidono di diventare genitori sulla base di un progetto condiviso, soprattutto per quanto riguarda le generazioni più giovani (Lingiardi, 2007). I progressi scientifici e tecnologici hanno accresciuto la possibilità per tutte le coppie di diventare genitori: nello specifico le coppie omosessuali, nei Paesi in cui è possibile, possono decidere di adottare un figlio o di prenderlo in affidamento o, in alternativa, ricorrere a tecniche che garantiscano un legame genetico con la prole, come la fecondazione assistita o la gestazione per altri (Fruggeri & Chiari, 2006). Il concetto di scelta assume quindi una notevole importanza, perché la pianificazione dell’iter da intraprendere per diventare genitori è spesso costellato da problematiche di diversa natura: quelle legate alla coppia stessa e gli ostacoli rappresentati da vincoli legali e sociali (Goldberg, 2009). Per questi motivi sembrerebbe che, nonostante l’apparente apertura della società nei confronti di queste nuove forme di famiglia, vi sia un certo grado di sfiducia da parte delle minoranze sessuali associata alle basse aspettative di sostegno sociale che riceverebbero in riferimento all’omogenitorialità, ipotesi confermata dalla difficoltà riscontrata nei giovani omosessuali italiani a trasformare il proprio desiderio di avere un figlio in intenzione vera e propria (Baiocco & Laghi, 2013). 
Gli stereotipi riguardanti l’omogenitorialità, infatti, sono molti e sono stati ampiamente disconfermati dalla letteratura, ciononostante alle volte questi stessi pregiudizi sono condivisi proprio da persone omosessuali, generando vissuti di inadeguatezza, di colpa e di paura riguardo possibili problematiche nello sviluppo dei figli.  In realtà le coppie omosessuali tendono ad avere uno stile educativo meno punitivo e più centrato sul dialogo e i figli sono generalmente più aperti alla diversità e alla libera espressione di se stessi (Salerno, 2010; Golombock, 2015).
Il seminario si pone l’obiettivo di approfondire le tematiche descritte e di promuovere un dibattito sui temi che caratterizzano questa specifica genitorialità.


*Psicologa, Psicoterapeuta Familiare, Didatta Supervisore, Professore associato presso la Facoltà di Psicologia di Milano-Bicocca, Consulente presso il CIAI - Centro Italiano Aiuti all'Infanzia